Schede dei video sull'Olocausto

In queste schede sono riportati i punti principali dei video sull’Olocausto che abbiamo visto; ciascuno di essi può rappresentare una domanda specifica o servire ad illustrate un argomento generale.

Schede dei video sull’Olocausto

Primo Levi “Ritorno ad Auschwitz”

PRIMO LEVI RITORNO AD AUSCWHITZ I parte
PRIMO LEVI. RITORNO AD AUSCHWITZ II parte.mpg
PRIMO LEVI. RITORNO AD AUSCHWITZ III parte.mpg

—  Il ruolo del freddo e della fame nella vita dei deportati

– Il ruolo dei treni merci, perché sono così impressionanti.

– Perché la lingua e la comunicazione erano importanti e quale era a riguardo la situazione degli italiani

– Esistevano contatti tra la popolazione civile e i detenuti? Perchè?

– I deportati, partendo da Fossoli, sapevano dove andavano e cosa li attendeva?

– Cosa accadeva durante il viaggio

– Quali privazioni venivano inflitte

– Come era il  primo impatto con Auschwitz? Cosa avveniva ai deportati quando i treni arrivavano a destinazione?

– Come era il lavoro

– Industrie civili  e lavoro dei  deportati

– A cosa Primo Levi deve la sua sopravvivenza? (in relazione alla sua laurea e al lavoro)

– Qual era il problema fondamentale riguardo all’alimentazione?
– Le strategie delle SS  riguardo all’alimentazione e alla sopravvivenza

–  L’importanza delle scarpe in lager
– Perchè la mancanza di un capo di vestiario che noi consideriamo banale poteva portare alla morte?

– La reazione della popolazione locale alla presenza degli ex deportati dopo la liberazione, in particolare l’episodio dell’avvocato che parlava francese.

– Cosa ha rappresentato l’Olocausto per il popolo ebraico, in particolare la sua specificità rispetto all’antisemitismo precedente.

– L’opinione di Primo Levi rispetto alla possibilità che si verifichi un altro Olocausto.

– Paesi in cui si sono verificate “pulizie etniche”

http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20110324120852AAV6zg7
http://it.wikipedia.org/wiki/Slobodan_Milo%C5%A1evi%C4%87 ricordare solo:

Slobodan Milošević (ascolta pronuncia[?·info]) in cirillico Слободан Милошевић, pronuncia IPA [sloˈbodan miˈloʃevitɕ] (Požarevac, 20 agosto 1941L’Aia, 11 marzo 2006) è stato un politico serbo.

È stato presidente della Serbia e della Repubblica Federale di Jugoslavia come leader del Partito Socialista Serbo (SPS).

Tra i protagonisti politici delle Guerre nella ex-Jugoslavia, accusato di crimini contro l’umanità per le operazioni di pulizia etnica dell’esercito jugoslavo contro i musulmani in Croazia, Bosnia ed Erzegovina e Kosovo, contro di lui era stata mossa anche l’accusa di aver disposto l’assassinio di Ivan Stambolić, suo mentore negli anni ottanta del XX secolo e suo possibile avversario nelle elezioni presidenziali del 2000.

– HUTU E TUTSI Gli ultimi episodi di questa escalation di violenza cominciarono in Ruanda alla fine degli anni ‘90, quando il governo guid� un movimento favorevole al dominio hutu. La campagna raggiunse i massimi livelli con il genocidio del 1994 che, con un bilancio di almeno 500.000 vittime, colp� principalmente, anche se non solo, i tutsi. Gli scontri tra i due gruppi continuarono in Burundi e il colpo di stato del 1996 provoc� la fuga di migliaia di burundiani che cercarono rifugio in Zaire. (http://www.prosol-bo.org/Testi/Mondo/Africa/hutu.htm

– Si può ottenere l’annullamento della personalità umana? Come hanno fatto i nazisti? Opinione di Primo Levi e altre cose di cui abbiamo parlato sulla crudeltà come strumento per terrorizzare e annientare l’umanità nelle sue vittime.

 

TESTIMONIANZA DI SCHLOMO VENEZIA
PRIMO LEVI. SE QUESTO E’ UN UOMO
(TESTIMONIANZE DI DEPORTATI NEI LAGER NAZISTI)

Cosa era il sonderkommando  e cosa capitava alle persone che non venivano selezionate per il lavoro.

TESTIMONIANZA DI LILIANA SEGRE

Come mai Liliana decise di non uccidere il gerarca nazista quando ne ebbe l’occasione?
Perché è significativo l’episodio della giovane francese Janine? Cosa ci dice di quanto poteva accadere nell’animo dei deportati prima e dopo la liberazione?

Liliana Segre e l’Olocausto: la fuga dell’aguzzino

Liliana Segre e l’Olocausto: l’episodio di Janine