Domande 3^ (2)

1 Parla di Elio Vittorini, Palmiro Togliatti e del “Il Politecnico”.

Nell’ immediato dopoguerra nacquero diverse riviste politiche tra cui quella “Il Politecnico” fondata da Elio Vittorini legato al partito comunista che volva seguire l’indicazione di alcuni intellettuali per appoggiare il popolo tiranneggiato, unendo gli intellettuali italiani per creare una nuova cultura, ciò però andava contro il pensiero del partito comunista italiano. In questo dibattito intervenne Palmiro Togliatti secondo il quale esistevano legami molto stretti tra cultura e diritti politici. Cosi scaturi un intensa rivalità tra in due dove Vittorini affermava la superiorità della cultura mentre Togliatti ne sosteneva l’ inutilità.

2 Il neorealismo nel cinema (Germania anno zero, Roma città aperta).

In Italia dopo la guerra nel cinema si voleva raccontare la vita del popolo attraverso storie verosimili. Per fare ciò i registi giravano le scene in luoghi aperti e con attori spesso non professionisti cone nel caso del film “ Roma città aperta” di Rossellini

3 Spiega in cosa consiste la legge del contrappasso.

Pena inflitta nell’inferno ai condannati per analogia o per contrasto in base al peccato commesso.

4 Perché papa Bonifacio VIII si trova all’ inferno tra i dannati.

Bonifacio VIII trattenne Dante lontano da Firenze in modo da favorire la conquista dei Neri attraverso un delegato della città. In questo modo i Bianchi furono esiliati, tra i quali Dante che non potè piu tornare a Firenze.

5 Clementino V.

Clementino V fu costretto ad abdicare da Bonifacio VIII, un papa fortemente corrotto.

6 Commento e parafrasi di alcuni versi del Canto III della Divina Commedia.

Dante e Virgilio giungono al fiume Acheronte dove vedono arrivare su una barca un vecchio che grida loro di non sperare di rivedere il cielo perché lui traghetta le anime da una riva all’ altra del fiume cioè per portarli alle tenebre eterne dell’ inferno. Non vuole portare Dante perché è ancora vivo. Infatti il vecchio di nome Caronte dice riferisce a Dante che arriverà al regno dei morti per altra via. Questa è una profezia che Dante fa a sé stesso di riguardo a dove vorrebbe essere collocato dopo la morte cioè non all’inferno.

7 Significati di allegorie nella Divina Commedia.

Dante si imbatte in tre bestie feroci: una lupa, una lince ed un leone che rappresentano rispettivamente l’ avidità, la lussuria e la superbia ossia i vizi dell’ uomo. Successivamente Dante incontra Virgilio il quale simboleggia la poesia perfetta e la ragione.

8 Al giorno d’oggi il simbolo delle tre bestie ha ancora un significato allegorico?

Si, infatti l’immagine del lupo viene usata per indicare un personaggio cattivo come nelle fiabe dove spesso è affamato e non si sazia mai.

9 Storia di Ernest Lossa.

Ernest Lossa un bambino orfano di entrambi i genitori di origini zingare viene rinchiuso in un manicomio perché troppo agitato e quindi viene considerato psicopatico. Qui viene sottoposto a una dieta particolare che doveva portarlo alla morte. Il ragazzo però sopravvive rubando delle mele; a questo punto i medici, pur non essendo d’ accordo, sono costretti ad ucciderlo con un’ iniezione.

10 Indicare le principali caratteristiche del dolce stil novo.

La donna è considerata come un angelo (infatti solo Beatrice accompagna Dante in paradiso) e non piu come tentazione per l’ uomo per ciò questo stile non è approvato dalla chiesa.

11 i diversi pensieri dell’ aldilà nelle varie religioni.

Nelle religioni monoteiste come il cristianesimo, l’ ebraismo e l’ islamismo si crede che dopo un giudizio universale la vita continua nell’ inferno per i condannati o nel paradiso per chi si è salvato. Nelle convinzioni orientali esempio il buddhismo, l’ induismo e nel taoismo invece si crede nella rinascita e quindi in una seconda possibilità per l’ uomo.