Alessandro e il pirata

4. Remota itaque iustitia quid sunt regna nisi magna latrocinia? quia et latrocinia quid sunt nisi parva regna? Manus et ipsa hominum est, imperio principis regitur, pacto societatis astringitur, placiti lege praeda dividitur. Hoc malum si in tantum perditorum hominum accessibus crescit, ut et loca teneat sedes constituat, civitates occupet populos subiuget, evidentius regni nomen assumit, quod ei iam in manifesto confert non adempta cupiditas, sed addita impunitas. Eleganter enim et veraciter Alexandro illi Magno quidam comprehensus pirata respondit. Nam cum idem rex hominem interrogaret, quid ei videretur, ut mare haberet infestum, ille libera contumacia: Quod tibi, inquit, ut orbem terrarum; sed quia ego exiguo navigio facio, latro vocor; quia tu magna classe, imperator.

Se non viene rispettata la giustizia (lett. “allontanata la giustizia), cosa sono gli stati se non delle grandi bande di  predoni? Perchè anche le bande di predoni cosa altro sono se non piccoli regni? E’ ugualmente un insieme di individui che è governato dal comando di un capo, è vincolata da un patto di associazione, il bottino viene diviso in base ad un accordo (lett. in base alla legge del piacere placiti lege) . Questo male, se cresce tanto (in tantum) grazie  agli arrivi (accessibus) di così tanti uomini malvagi (perditorum hominum accessibus)  da occupare luoghi, stabilire delle sedi (lett. che occupi luoghi e stabilisca sedi, frase consecutiva con antecedente in tantum), occupare città, sottomettere popoli, più evidentemente assume il nome di regno, che già apertamente gli attribuisce non la diminuita avidità ma l’accresciuta impunità (entrambi i termini sono soggetti ma il verbo è singolare).  Argutamente e in modo veritiero infatti un tal pirata catturato rispose a quel (famoso) Alessandro Magno. Infatti, domandandogli il re cosa gli fosse passato per la testa (LETT. cosa gli fosse sembrato  giusto) di infestare (habere infestum) il mare, egli, con sincera arroganza (rispose): ciò che è passato per la testa a te di infestare la terra (orbem terrarum); ma poichè io lo faccio con una piccola nave sono chiamato predone, poichè tu (lo fai) con una grande flotta (sei chiamato) generale.

 

Se non viene rispettata la giustizia (lett. “allontanata la giustizia), cosa sono gli stati se non delle grandi bande di  predoni? Perchè anche le bande di predoni cosa altro sono se non piccoli regni? E’ ugualmente un insieme di individui che è governato dal comando di un capo, è vincolata da un patto di associazione, il bottino viene diviso in base ad un accordo (lett. in base alla legge del piacere placiti lege) . Questo male, se cresce grazie  agli arrivi (accessibus) di  uomini malvagi (perditorum hominum )  a un tal punto (in tantum) da (ut) occupare luoghi, stabilire delle sedi (lett. che occupi luoghi e stabilisca sedi, frase consecutiva con antecedente in tantum), occupare città, sottomettere popoli, più evidentemente assume il nome di regno, che già apertamente gli attribuisce non la diminuita avidità ma l’accresciuta impunità (entrambi i termini sono soggetti ma il verbo è singolare).  Argutamente e in modo veritiero infatti un tal pirata catturato rispose a quel (famoso) Alessandro Magno. Infatti, domandandogli il re cosa gli fosse passato per la testa (LETT. cosa gli fosse sembrato  giusto) di infestare (habere infestum) il mare, egli, con sincera arroganza (rispose): ciò che è passato per la testa a te di infestare la terra (orbem terrarum); ma poichè io lo faccio con una piccola nave sono chiamato predone, poichè tu (lo fai) con una grande flotta (sei chiamato) generale.

 

Remota: 

rĕmŏvĕo, rĕmŏves, removi, remotum, rĕmŏvēre; verbo transitivo II coniug; rimuovere, allontanare; modo participio passato, si trova nel costrutto dell’ablativo assoluto con iustitia = ALLONTANATA (OPPURE: dopo che e’ stata allontanata)

 

ĭtăquĕ:
congiunzione = PERCIò, DUNQUE

 

iustĭtĭa:
iustitiă, iustitiae; sostantivo femminile I declinazione, Ablativo singolare (si trova nel costrutto dell’ablativo assoluto con remota) = LA GIUSTIZIA

 

quid:

quis, quis, quid; pronome indefinito (interrogativo); accusativo singolare neutro = CHE COSA?

 

sunt:

sum, es, fui, esse; verbo essere; modo indicativo; tempo presente; III persona plurale; forma attiva = SONO

 

regna:

regnum, regni; sostantivo neutro II declinazione; nominativo plurale = GLI STATI

 

nisi:

Congiunzione = SE NON

 

magna:

magnus, magnă, magnum; aggettivo della I classe neutro (riferito a latrocinia); accusativo plurale = GRANDI

 

latrocinia:

latrocinium, latrocinii; sostantivo neutro II declinazione; accusativo plurale = BANDE DI LADRI

 

quia:

congiunzione = PERCHè

 

et:

Congiunzione, in questo caso assume lo stesso significato di etiam = ANCHE

 

latrocinia:

latrocinium, latrocinii; sostantivo neutro II decl; nominativo plurale = BANDE DI LADRI

 

 

 

quid:

quis, quis, quid; pronome indefinito (interrogativo); accusativo singolare neutro = CHE COSA?

 

sunt:
sum, es, fui, esse; verbo essere; modo indicativo; tempo presente; III persona plurale; forma attiva = SONO

 

nisi:

Congiunzione = SE NON

 

parva:

parvus, parvă, parvum; aggettivo I classe neutro (si riferisce a regna); accusativo plurale = PICCOLI

 

regna:

regnum, regni; sostantivo neutro II declinazione; accusativo plurale = STATI

 

manus:

manŭs, manūs; sostantivo femminile IV declinazione; accusativo plurale = MANIPOLO, GRUPPO, INSIEME

 

et:

Congiunzione, in questo caso assume lo stesso significato di etiam = ANCHE

 

ipsa:

ipse, ipsa, ipsum; pronome definito neutro; nominativo plurale (et + ipse assume valore intensivo o aggiuntivo) = LEI STESSA (riferito alla banda di ladroni)

 

hominum:

hŏmo, hominis; sostantivo maschile III declinazione; genitivo plurale = DI UOMINI (DI INDIVIDUI)

 

est:

sum, es, fui, esse; verbo essere; modo indicativo; tempo presente; III persona singolare; forma attiva = è

 

imperio:

imperium, imperii; sostantivo neutro II declinazione; ablativo singolare; complemento di causa efficiente = DAL COMANDO

 

principis:

princeps, princeps, princeps; aggettivo II classe maschile; genitivo singolare = DI UN CAPO (E NON PRINCIPE)

regitur:

rĕgo, rĕgis, rexi, rectum, rĕgĕre; verbo transitivo III coniugazione; dirigere, governare, reggere, guidare; modo indicativo, tempo presente, forma passiva, III persona singolare = è RETTO (IL SOGGETTO è IL GRUPPO DI INDIVIDUI)

 

pacto:
pactum, pacti; sostantivo neutro II declinazione; ablativo singolare; complemento di causa efficiente = DA UN PATTO

 

societatis:

sŏcĭĕtās, societatis; sostantivo femminile III declinazione; genitivo singolare = DELLA SOCIETà (O DI COLLABORAZIONE)

 

astringitur:

astringo, astringis, astrinxi, astrictum, astringĕre; verbo transitivo III coniugazione; legare stretto, vincolare; modo indicativo, tempo presente, forma passiva, III persona singolare = è VINCOLATO (IL SOGGETTO è SEMPRE IL GRUPPO DI INDIVIDUI)

 

placiti:

placitum, placiti; sostantivo neutro II declinazione; genitivo singolare = DELLA CONVENZIONE, DELL’ACCORDO

 

lege:

lex, legis; sostantivo femminile III declinazione; ablativo singolare; complemento di causa efficiente = DA UNA LEGGE (IN BASE ALLA LEGGE)

 

preda:
praedă, praedae; sostantivo femminile I declinazione; nominativo singolare, è il soggetto = IL BOTTINO

 

dividitur:

dīvĭdo, dīvĭdis, divisi, divisum, dīvĭdĕre; verbo transitivo III coniugazione; spartire, separare, dividere; modo indicativo, tempo presente, forma passiva, III persona singolare = è DIVISO (SI DIVIDE)

 

hoc:

hic, haec, hoc; pronome dimostrativo neutro; nominativo singolare (si riferisce al soggetto MALUM) = QUESTA

 

Maschile

Singolare Plurale
Nominativo
Genitivo
Dativo
Accusativo
Vocativo
Ablativo
hic
huius, huiius
huic, hoc
hunc

hoc
hi
hōrum
his, hĭbus
hos

his

 

 

 

 

 

Femminile

Singolare Plurale
Nominativo
Genitivo
Dativo
Accusativo
Vocativo
Ablativo
haec
huius, huiius
huic, hae
hanc

hac
hae
hārum
his, hĭbus
has

his

 

Neutro

Singolare Plurale
Nominativo
Genitivo
Dativo
Accusativo
Vocativo
Ablativo
hoc
huius, huiius
huic
hoc

hoc
haec
hōrum
his, hĭbus
haes

his

 

malum:

malum, mali; sostantivo neutro II declinazione; nominativo singolare (è il soggetto di crescit e di assumit) = IL MALE (riferito alla banda malvagia di briganti)

 

si:
congiunzione = SE

 

 

crescit in:

cresco, crescis, crevi, cretum, crescĕre; verbo intransitivo III coniugazione; aumentare, ingrandire, crescere; modo indicativo, tempo presente, forma attiva, III persona singolare, regge tantum (in accusativo) = DIVENTA COSì GRANDE, AUMENTA

 

tantum:
tantum, tanti; sostantivo neutro II declinazione; accusativo singolare (è in accusativo poiché il verbo crescit seguito da in regge l’accusativo) CRESCIT IN TANTUM = DIVENTA COSì GRANDE

 

perditorum:

perditus, perdită, perditum; aggettivo maschile part. perf. I classe; gentivo plurale (si riferisce a hominum) = PERVERSI

 

hominum:

hŏmo, hominis; sostantivo maschile III declinazione; genitivo plurale = DI UOMINI

 

accessibus:

accessŭs, accessūs; sostantivo maschile IV declinazione; ablativo plurale = CON L’AGGIUNGERSI

 

ut:

Congiunzione con funzione consecutiva, regge i verbi teneat, constituat, occupet e subiuget, che sono tutti e quattro congiuntivi presenti della III persona singolare = AL PUNTO TALE CHE, TANTO CHE (+ ET)

 

Ut può avere diversi valori oltre a quello consecutivo, come ad esempio quello finale (col congiuntivo presente e imperfetto): si distinguono dal fatto che nella proposizione principale c’è un fatto antecedente a quello della subordinata con ut + 4 tempi del  congiuntivo; dunque assumerà, in questo caso, valore consecutivo.

 

teneat:

tĕnĕo, tĕnes, tenui, tentum, tĕnēre; verbo transitivo II coniugazione; mantenere, trattenere; modo congiuntivo, tempo presente, forma attiva, III persona singolare (è legato a ut, con valore consecutivo) = POSSIEDE, TRATTIENE  (TRADOTTO ALL’INDICATIVO PERCHE’ COSI’ SI RENDONO LE CONSECUTIVE IN ITALIANO)

 

loca:

locus, loci; sostantivo maschile II declinazione; accusativo plurale = TERRITORI

locus, -i, m. («il luogo») → loci, -orum («i passi, di un libro»), ma anche loca, -orum («i luoghi»).

IL SOSTANTIVO AL PLURALE E’ USATO PREVALENTEMENTE NELLA FORMA NEUTRA PER INDICARE I LUOGHI

 

constituat:

constĭtŭo, constĭtŭis, constitui, constitutum, constĭtŭĕre; verbo transitivo III coniugazione; stabilire, costituire; modo congiuntivo, tempo presente, forma attiva, III persona singolare (è legato a ut, con valore consecutivo) = STABILISCE (TRADOTTO ALL’INDICATIVO PERCHE’ COSI’ SI RENDONO LE CONSECUTIVE IN ITALIANO)

 

 

sedes:

sēdēs, sedis; sostantivo femminile III declinazione; accusativo plurale = RESIDENZE, SEDI

 

occupet:

occŭpo, occŭpas, occupavi, occupatum, occŭpāre; verbo transitivo I coniugazione; conquistare, impadronirsi; modo congiuntivo, tempo presente, forma attiva, III persona singolare (è legato a ut, con valore consecutivo) = OCCUPA (TRADOTTO ALL’INDICATIVO PERCHE’ COSI’ SI RENDONO LE CONSECUTIVE IN ITALIANO)

 

 

civitates:

cīvĭtās, civitatis; sostantivo femminile III declinazione; accusativo plurale = CITTà

 

 

subiuget:

subiŭgo, subiŭgas, subiugavi, subiugatum, subiŭgāre; verbo transitivo I coniugazione; soggiogare, sottomettere, assoggettare; modo congiuntivo, tempo presente, forma attiva, III persona singolare (è legato a ut, con valore consecutivo) = SOTTOMETTE (TRADOTTO ALL’INDICATIVO PERCHE’ COSI’ SI RENDONO LE CONSECUTIVE IN ITALIANO)

 

 

populos:

populus, populi; sostantivo maschile II declinazione; accusativo plurale = POPOLI
populus al femminile vuole dire pioppo

 

evidentius:

avverbio = PIù APERTAMENTE, Più CHIARAMENTE

 

regni:

regnum, regni; sostantivo neutro II declinazione; genitivo singolare = DI STATO

 

nomen:

nōmĕn, nominis; sostantivo neutro III declinazione; accusativo singolare = IL NOME

 

assumit:

assūmo, assūmis, assumpsi, assumptum, assūmĕre; verbo transitivo III coniugazione; assumere, attribuire; modo indicativo, tempo presente, forma attiva, III persona singolare = ASSUME

 

Quod– avv. e cong.= perché,  poiché

Ei– dativo sing. di is, ea, id pron. pers.= siffatto, tale, quello, egli, colui, esso = GLI

Iam– avv.= ormai, già.

In– prep.= (riferito a manifesto) in+ablativo- dentro, in, nei.

Manifesto– ablativo sing. di manifestum, manifesti sost. neutro II decl.= cosa dimostrata, prova

inequivocabile.     IN MANIFESTO = EVIDENTEMENTE,

Confert– presente indicativo III pers. sing. di confero, confers, contuli, collatum, conferre verbo

tr. e intr. anom.= contribuire, conferire, accordare

Non– avv.= non.

Ademptaademptus, a, um part. perf. di adimo, is, emi, emptum, ere verbo tr. III decl. (riferito a cupiditas)= togliere, sottrarre (diminuita).

Cupiditas– nominativo sing. di cupiditas, cupiditatis sost. femminile III decl.= avidità, bramosia,

smania, aspirazione, desiderio.

Sed– cong.= ma.

Additaadditus, a, um part. perf. di addo, addis, addidi, additum, addere verbo tr. III decl.

(riferito a impunitas)= aggiungere (aggiunta).

Impunitas– nominativo sing. di impunitas, impunitatis sost. femminile III decl.= impunità.

Eleganter– avv. modo = acutamente, convenientemente, correttamente, con precisione e chiarezza.

Enim– avv./cong.=infatti.

Et-cong.=e.

Veraciter– avv. Modo = con veracità, sinceramente.

Alexandro– dativo sing. di Alexander, Alexandri sost. maschile II decl.= Alessandro.

Illi– dativo sing. di ille, illa, illud pron. dim.= quello, quella, quella cosa, egli, ella, ciò, il tale HA ANCHE VALORE RAFFORZATIVO = A QUEL = A QUEL FAMOSO, A QUEL CELEBRE (ALESSANDRO MAGNO)
Magno– dativo di Magnus, i sost. maschile II decl. (riferito ad Alexandro)= Magno, il Grande,

soprannome di Alessandro.

Quidam– nominativo sing. di quidam, quaedam, quiddam pron. indef.= qualcuno, qualche,

qualche cosa, un certo, un tale.
Comprehensuscomprehensus, a, um part. perf. di comprehendo, comprehendis,

comprehendi, comprehensum, comprehendere verbo tr. III coniug. (riferito a pirata)= catturare, arrestare, (catturato).

Pirata– nominativo sing. di pirata, ae sost. maschile I decl.= pirata, corsaro.

Respondit– perfetto indicativo III pers. sing. di respondeo, respondes, respondi, responsum,

respondere verbo tr. e intr. II coniug.= replicare, ribattere

Nam– cong.= infatti, e allora, dunque.

Cum– cong.= poiché, siccome ,quando, perché, mentre, allorché  CUM NARRATIVO CON 4 TEMPI DEL CONG. CORRISPONDE AL GERUNDIO SEMPLICE E COMPOSTO CHE SI PUO’ RISOLVERE IN FRASI PREVALENTEMENTE CAUSALI E TEMPORALI

Idem– nominativo sing. di idem, eadem ,idem pron.def.= identico, medesimo, stesso.

Rex– nominativo sing. di rex, regis sost. maschile II decl.= re, sovrano, monarca.

Hominem– accusativo sing. di homo, hominis sost. maschile III decl.= uomo
Interrogaret– imperfetto congiuntivo III pers. sing. di interrogo, interrogas, interrogavi,

interrogatum, interrogare verbo tr. I coniug.= interrogare, domandare, chiedere.  IN DIPENDENZA DA CUM

 

Quid– nominativo sing. di quis, quis, quid pron. interrogativo= chi, quale, cosa,
Ei– dativo sing. di is, ea, id pron. pers.= siffatto, tale, quello, egli, colui, esso. = gli

Videretur– imperfetto congiuntivo passivo III pers. sing. di video, vides, vidi, visum, videre verbo

tr. II coniug.= vedere, sognare. LETT. COSA ERA SEMBRATO BENE A LUI = COSA GLI ERA PASSATO PER LA TESTA   SI VEDA LA SCHEDA SUL VERBO VIDEOR

Ut– CONGIUNZIONE CON VALORE DICHIARATIVO – CONSECUTIVO  si lega al verbo haberet (congiuntivo imperfetto)  SI TRADUCE CON  “DI” + INFINITO

Mare– accusativo sing. di mare, maris sost. neutro II decl.= mare.

Haberet– imperfetto congiuntivo III pers. sing. di habeo, habes, habui, habitum, habere verbo tr.

II coniug.= stimare, considerare, reputare, possedere, avere. IN UNIONE CON MARE INFESTUM =  (AVERE IL MARE INFESTATO) INFESTARE IL MARE

Infestum– accusativo sing. di infestus, a, um agg. I cl. (riferito a mare)= ostile, nemico,

pericoloso, infestato.

 

Ille– nominativo sing. di ille, illa, illud pron. dim.= quello, quella, quella cosa, egli, ella, ciò, il tale.
Libera– ablativo sing. di liber, libera, liberum agg. I cl. (riferito a contumacia)= impassibile, franco,

sincero.

Contumacia– ablativo sing. di contumacia, ae sost. femminile I decl.= alterigia, fierezza,

ostinazione, arroganza.  (LIBERA CONTUMACIA = CON FRANCA ARROGANZA, COMP. MODO TRADOTTO CON L’ABLATIVO SEMPLICE  opp. LIBERA  CUM CONTUMACIA; SE NON CI FOSSE L’AGGETTIVO SI USEREBBE CUM + ABL. CUM CONTUMACIA)

Quod in questo caso PRONOME RELATIVO :  CIO’ CHE ,  LA STESSA COSA CHE

Tibi– dativo sing. di tu, tui pron. pers.= a te.

Inquit– perfetto indicativo III pers. sing. di inquam, inquis, inquit, inquii verbo dif.= dire,

aggiungere, rispondere (SI USA SOLO ALLA TERZA PERSONA SINGOLARE)

Ut– CONGIUNZIONE CON VALORE DICHIARATIVO – CONSECUTIVO  si lega al verbo haberet (congiuntivo imperfetto)  SI TRADUCE CON  “DI” + INFINITO

SOTTINTESO HABERE INFESTUM

Orbem– accusativo sing. di orbis, is sost. maschile III decl.= giro, disco, cerchio, circolo- orbis

terrarum= terra, mondo.

Terrarum– genitivo plur. di terra,ae sost. femminile I decl.= terra, regione- orbis terrarum= terra,

mondo.

Sed– cong.= ma.

Quia– cong. CAUSALE = perché, poiché.

Ego– nominativo sing. di ego, mei pron. pers.= io.

Exiguo– ablativo sing. di exiguus, exigua, exiguum agg. I cl. (riferito a navigio)= scarso, piccolo,

esiguo, poco, corto.

Navigio– ablativo sing. di navigium, navigii sost. neutro II decl.= nave, barca, naviglio. = CON UNA PICCOLA NAVE  COMPLEMENTO DI MEZZO (ABL. SEMPLICE)

Facio– presente indicativo I pers. sing. di facio, facis, feci, factum, facere verbo tr. e intr. V

coniug.= fare, agire.

Latro– nominativo sing. di latro, latronis sost. maschile III decl.= brigante, ladrone, bandito,

predone.

Vocor– presente indicativo passivo I pers. sing. di voco, as, avi, atum, are verbo tr. I coniug.=

chiamare, invitare, convocare = SONO CHIAMATO

Quia– cong.  CAUSALE = perché, poiché.

Tu– nominativo sing. di tu, tui pron. pers.= tu.

SOTT. FACIS  (LO FAI)

Magna– ablativo sing. di magnus, magna, magnum agg. I cl. (riferito a classe)= vasto, potente,

ampio, importante, grande, grandioso.

Classe– ablativo sing. di classis, classis sost. femminile II decl.= flotta, armata. MAGNA CLASSE = COMPLEMENTO DI MEZZO

Imperator– nominativo sing. di imperator, imperatoris sost. maschile III decl.= comandante,

 

imperatore,   generale, condottiero, capitano.

SOTTINTESO VOCARIS = SEI CHIAMATO