Quando il troncamento è obbligatorio

  • Con uno e i suoi composti (alcuno, ciascuno, nessuno)
    nessun dolore, ciascun alimento, un elefante (ricordiamo invece un’aquila,  ciascun’ alunna, nessun’angoscia)
  • Con buono 
    buon uomo, buon compleanno, buon augurio
    ma buon’anima 
  •  Con bello, santo, quello davanti a nomi la cui lettera iniziale richiederebbe gli articoli il o un
    bel gioco, quel treno, san Paolo
  • Con suora e frate davani a nome proprio
    suor Anna  fra Giovanni
  • Con alcuni nomi comuni di professione: signore, professore, ingegnere, dottore, cavaliere
    ingener Rossatto, professor Lenzi, dottor Bono
  • Con alcune parole come: amore, bene, fine, fino, male
    ben fatto, fior di panna, in fin dei conti, fin lì, mal di denti