HONG KONG

Hong Kong

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Hong Kong (disambigua).

Coordinate: 22°11′00″N 114°08′00″E (Mappa)

Hong Kong
Hong Kong - Bandiera Hong Kong - Stemma
(dettagli) (dettagli)
Hong Kong - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Regione Amministrativa Speciale di Hong Kong della Repubblica Popolare Cinese
Nome ufficiale 中華人民共和國香港特別行政區
Hong Kong Special Administrative Region of the People’s Republic of China
Dipendente da Cina Cina
Lingue ufficiali Cinese, Inglese[1]
Altre lingue Cantonese[2]
Politica
Status Regione amministrativa speciale
Capo Esecutivo Leung Chun-ying
Superficie
Totale 1.104 km² (187º)
 % delle acque 4,6 %
Popolazione
Totale 7.234.800 ab. (Stima 2014)
Densità 6.544 ab./km² ()
Nome degli abitanti Hongkonghesi
Geografia
Continente Asia
Fuso orario UTC+8
Economia
Valuta Dollaro di Hong Kong
PIL (nominale) 263 259[3] milioni di $ (2012) (39º)
PIL pro capite (nominale) 36 676 $ (2012) (25º)
PIL (PPA) 365 617 milioni di $ (2012) (35º)
PIL pro capite (PPA) 50 936 $ (2012) (7º)
ISU (2014) 0,891 (molto alto) (15º)
Fecondità 1,1 (2011)[4]
Varie
TLD .hk, .香港
Prefisso tel. +852
Inno nazionale Marcia dei Volontari
Hong Kong - Mappa

Hong Kong (香港S, XiānggǎngP, letteralmente “porto profumato”) è una delle due Regioni Amministrative Speciali della Repubblica Popolare Cinese insieme a Macao. Si trova sulla costa meridionale della Cina tra il delta del Fiume delle Perle e il Mar Cinese Meridionale.[5] La città è famosa per la sua preponderante skyline e il profondo porto naturale. Con una superficie di 1.104 km2 e una popolazione di sette milioni di persone, Hong Kong è una delle aree più densamente popolate del mondo.[6] Il 95% della popolazione di Hong Kong è di etnia cinese, mentre il restante 5% appartiene agli altri gruppi.[7] Il gruppo etnico cinese maggioritario della città, gli Han, ha origine principalmente nelle città di Canton e Taishan nella vicina provincia del Guangdong.[8]

Hong Kong divenne una colonia dell’Impero britannico dopo la Prima Guerra dell’Oppio (1839-1842). Originariamente limitati alla sola Isola di Hong Kong, i confini della colonia sono stati estesi, nel 1860, a includere la penisola di Kowloon e poi con nuovi territori nel 1898. La regione è stata poi brevemente occupata dal Giappone durante la guerra del Pacifico, per poi tornare sotto il controllo britannico, terminato nel 1997 quando la Cina ne ha ripreso la sovranità.[9][10] La storia di Hong Kong ha profondamente influenzato la sua cultura, che spesso viene descritta come “l’Oriente che incontra l’Occidente”,[11] e il sistema educativo che ha perseguito il sistema inglese fino alle riforme attuate nel 2009.[12]

In base al principio “un paese, due sistemi”, Hong Kong possiede un sistema politico diverso dalla Cina continentale.[13] Il funzionamento dell’indipendente magistratura del paese funziona secondo il modello di ordinamento giuridico del Common law.[14][15] La Hong Kong Basic Law, il suo documento costitutivo, stabilisce che la regione goda di un alto grado di autonomia in tutti gli aspetti, tranne che nelle relazioni estere e nella difesa militare.[16][17] Nonostante Hong Kong possieda un sistema multipartitico fiorente, un piccolo elettorato controlla la metà della sua legislatura. Il Chief Executive of Hong Kong, il capo del governo, è scelto da un comitato elettorale che varia da 400 a 1.200 membri, un sistema che sarà in vigore per tutti i primi 20 anni di dominio cinese.[18][19][20][21]

Hong Kong è uno dei centri finanziari internazionali più importanti del mondo e come gli altri vanta una grande economia capitalistica basata sul settore terziario e caratterizzata da una bassa imposizione fiscale e dal libero scambio. La valuta, il Dollaro di Hong Kong, è l’ottava valuta più scambiata al mondo.[22] La mancanza di spazio e il crescente numero di abitanti e di infrastrutture, hanno portato la città ad avere una intensa densità di costruzioni, rendendola la città più verticale al mondo.[23] I cittadini di Hong Kong vantano uno dei redditi pro capite più alti al mondo.[24][25] La densità ha portato anche allo sviluppo di una avanzata rete di trasporti pubblici. I cittadini che ne usufruiscono sono superiori al 90%,[26] la percentuale più alta al mondo.[27] Hong Kong gode alte posizioni in numerose classifiche internazionali. Per esempio, nella libertà economica, nella competitività economica e finanziaria, nella qualità di vita, sulla corruzione, nell’indice di sviluppo umano, ecc, la regione è sempre classificata fra i primi posti.[28][29][30][31][32][33][34] Secondo le stime sia dell’ONU che dell’OMS, Hong Kong, nel 2012, ha avuto la più lunga aspettativa di vita di qualsiasi altra regione del mondo.[35]

Invasione giapponese

Ufficio postale generale in una foto del 1911.

In concomitanza con la sua campagna militare, l’Impero giapponese invase Hong Kong l’8 dicembre 1941.[65] La battaglia di Hong Kong si concluse con la cessione della colonia al Giappone, avvenuta il 25 dicembre.[66] Durante l’occupazione giapponese, i civili patirono carestia e iper inflazione della moneta. A causa di ciò vi fu un rimpatrio di molti cinesi verso la terraferma. La popolazione di Hong Kong si ridusse da 1,6 milioni di abitanti del 1941 a 600.000 nel 1945, quando il Regno Unito riprese il controllo della colonia.[67]

Guerra fredda

La popolazione di Hong Kong recuperò rapidamente a seguito di un’ondata di immigrati provenienti dalla Cina dove era in corso la guerra civile cinese. Quando fu proclamata la Repubblica Popolare Cinese, nel 1949, altri migranti fuggirono a Hong Kong per il timore di persecuzione da parte del Partito Comunista di Cina.[62] Molte aziende di Shanghai e Canton spostarono qui le loro attività.[62]

Nel 1950 la rapida industrializzazione di Hong Kong fu trainata dalle esportazioni tessili e dall’espansione delle altre industrie manifatturiere. La popolazione cresceva così come il tenore di vita.[68] Le attività commerciali del luogo hanno accelerato ancora di più quando Shenzhen, subito a nord di Hong Kong, è diventata una Zona Economica Speciale della Repubblica Popolare Cinese.[69] E se il settore manifatturiero è gradualmente diminuito a causa dello sviluppo industriale nel sud della Cina continentale, il comparto dei servizi ha sperimentato elevati tassi di crescita, soprattutto tra gli anni ottanta e novanta.[70]

Durante tutto il periodo coloniale britannico, Hong Kong si è sviluppata in tutti gli aspetti, dall’economia al sistema sanitario. Molte strutture sanitarie sono state costruite per i suoi cittadini, come ad esempio il Queen Elizabeth Hospital, il Queen Mary Hospital, il Princess Margaret Hospital e il Prince of Wales Hospital. Nel 1984 è stata sottoscritta la dichiarazione congiunta fra Cina e Gran Bretagna, un accordo per il trasferimento della sovranità alla Repubblica Popolare Cinese,[62] che stabiliva che Hong Kong sarebbe stato governato, a partire dal 1997, come una regione amministrativa speciale, conservando le sue leggi e un alto grado di autonomia per almeno 50 anni. Il diritto di Hong Kong si basa sul sistema di diritto inglese.[62]

Sotto la sovranità cinese, dal 1997

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Proteste in Hong Kong del 2014.

Quello stesso anno, Hong Kong subì un doppio colpo: la crisi finanziaria asiatica e l’epidemia di influenza aviaria H5N1.[62] Nel 2003, Hong Kong è stata gravemente colpita dallo scoppio della Sindrome Acuta Respiratoria Severa (SARS).[71][72] L’Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che a Hong Kong vi siano stati 1.755 infetti e 299 morti.[73] Si stima che circa 380 milioni di dollari di Hong Kong (48,9 milioni dollari americani) siano stati persi a causa dell’epidemia.[74]

 

Oggi, Hong Kong continua ad essere protagonista come centro finanziario mondiale, ma deve affrontare l’incertezza sul suo futuro a causa della crescente economia della Cina della terraferma e il suo rapporto con la Repubblica Popolare Cinese in proposito della riforma democratica e del suffragio universale.[78]

Geografia

 

La popolazione abitante del territorio conta circa 7.053.000 individui con una densità abitativa di 6.390 per km². Circa il 95% della popolazione di Hong Kong è di origine cinese,[7] l

De facto la lingua ufficiale di Hong Kong è il cantonese, una lingua cinese proveniente dalla provincia del Guangdong.[93] Anche l’inglese è considerata una lingua ufficiale e, secondo un censimento del 1996, viene parlata dal 3,1% della popolazione, come linguaggio abituale e dal 34,9% come seconda lingua.[94] Le indicazioni stradali sono sia in cinese che in inglese in tutto il territorio. Dal 1997 si è visto un aumento di immigrati provenienti dalla Cina continentale e una maggiore integrazione con l’economia continentale che ha portato un numero crescente di individui che parlano il mandarino standard.[95]

Religione

La maggioranza dei residenti di Hong Kong non rivendicano alcuna affiliazione religiosa, professando una forma di agnosticismo o ateismo.[96] Secondo il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, solo il 43% della popolazione pratica una qualche forma di religione.[97] Secondo un sondaggio di Gallup, il 64% dei residenti di Hong Kong non professa alcuna religione,[98][99] e altre stime arrivano a sostenere che questa percentuale arrivi fino all’80%.[100]

Campanile della Cattedrale di San Giovanni presso Central.

Hong Kong gode di un elevato grado di libertà religiosa, garantita dalla Legge fondamentale. Le principali religioni di Hong Kong sono il Buddismo, il Taoismo e il Confucianesimo. Uno studio locale sulle religioni stima che vi siano circa 1,5 milioni di buddisti e taoisti.[97] Una comunità cristiana di circa 833.000 fedeli copre circa l’11,7% della popolazione totale.[101] I protestanti sono il gruppo maggiore con un rapporto di 4:3, anche se esistono piccole comunità tra cui i Santi degli Ultimi Giorni[102] e i Testimoni di Geova. La chiesa anglicana e cattolica sono libere di nominare i propri vescovi, a differenza della Cina continentale. Vi sono anche sikh, musulmani, ebrei, indù e le comunità bahá’í.[103] La pratica del Falun Gong è tollerata.[104]

Statistica

Statisticamente la disuguaglianza economica di Hong Kong è la più elevata dell’Asia. Secondo un rapporto del Programma Insediamenti Umani delle Nazioni Unite risalente al 2008, il coefficiente di Gini di Hong Kong è di 0,53, è il più alto dell’Asia e “relativamente elevato nel contesto internazionale”.[105][106] Tuttavia, il governo ha sottolineato che la disparità di reddito non equivale a un peggioramento della situazione di povertà e che il coefficiente di Gini non è strettamente comparabile tra le nazioni. Il governo ha sottolineato che ristrutturazione economica, i cambiamenti nella dimensione dei nuclei familiari e l’aumento dei posti di lavoro ad alto reddito siano stati fattori che hanno distorto il coefficiente di Gini.[107][108][109]

 

Casa del Governatore a Hong Kong, la residenza ufficiale del Direttore Generale.

L’attuazione della Legge Fondamentale, tra cui il come e il quando dovesse essere adottato il suffragio universale, è stata una questione importante nel dibattito politico, durante il periodo di trasferimento di sovranità. Nel 2002, la proposta di legge anti-sovversione del governo a norma dell’articolo 23 della Legge Fondamentale, che prevedeva l’emanazione di leggi che vietano atti di tradimento e sovversione contro il governo cinese, è stata accolta da una feroce opposizione e alla fine accantonata.[16][89][119] Il dibattito tra i gruppi pro-Pechino, che tendono a sostenere l’esecutivo, e i pan-democratici caratterizza la scena politica di Hong Kong, con questi ultimi che sostengono un ritmo più veloce di democratizzazione e del principio di un uomo un voto.[120]

Sistema giuridico e giudiziario

Il sistema legale di Hong Kong è completamente indipendente dal sistema giuridico della Cina continentale. Differentemente da esso il sistema di Hong Kong continua a seguire la tradizionale sistema giuridico inglese stabilitosi durante il dominio britannico.[121] amministrative contro il governo stesso.[121] Come protettore dell’interesse pubblico, il dipartimento può intervenire in tutti i casi che coinvolgono l’interesse comune.[124] La Legge fondamentale protegge il Dipartimento di giustizia da qualsiasi interferenza da parte del governo quando esercita il suo controllo sul processo penale.[125][126]

Diritti umani

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Condizione della donna a Hong Kong.

Marcia del 1º luglio a Hong Kong.

La Legge fondamentale di Hong Kong si basa sulla legge inglese e quindi, in generale, Hong Kong gode di un alto livello di libertà civili.[127] Il governo di Hong Kong rispetta, in generale, i diritti umani dei cittadini, anche se rimangono aperte alcune questioni fondamentali.[128] Vi sono preoccupazioni per quanto riguarda la libertà di riunione, che è limitata da una ordinanza pubblica. La polizia è stata talvolta accusata di usare una mano pesante nei confronti di manifestanti.[129] Per quanto riguarda il diritto alla privacy, una certa sorveglianza rimane la principale preoccupazione.

Vi è una mancanza di protezione per gli individui omosessuali a causa della mancanza di una legge contro la discriminazione sull’orientamento sessuale, anche se al momento non vi sono leggi che criminalizzano l’omosessualità di per sé.[130] Vi sono anche delle critiche riguardo a una mancanza di tutela per i diritti del lavoro.[128]

La Censura di Internet a Hong Kong opera sotto i diversi principi e le regole della Cina continentale.[131]

 

Economia

Il grattacielo della banca cinese, uno dei simboli della Hong Kong finanziaria

L’economia di Hong Kong è dinamica e profondamente legata al commercio internazionale. L’importanza del commercio internazionale è testimoniata dal numero di consolati presenti sul territorio di Hong Kong: nel mese di giugno 2005 vi erano 107 consolati e consolati-generali, più che in qualsiasi altra città della terra. Persino New York, sede delle Nazioni Unite ospita solo 93 consolati. Hong Kong riveste un ruolo d’importanza internazionale anche nel settore bancario. Il sistema economico è uno dei meno regolati al mondo ed è, infatti, considerato un paradiso fiscale. Il sistema fiscale italiano, col Decreto Ministeriale 04/05/1999, l’ha inserita tra gli Stati o Territori aventi un regime fiscale privilegiato, nella cosiddetta Lista nera, ponendo quindi limitazioni fiscali ai rapporti economico commerciali che si intrattengono tra le aziende italiane ed i soggetti ubicati in tale territorio.

 

Hong Kong Skyline Panorama - Dec 2008.jpg
Veduta notturna di Hong Kong

Sanità

A Hong Kong vi sono 13 ospedali privati e più di 40 ospedali pubblici.[163] Tra sanità pubblica e privata vi è tuttavia poca interazione.[164] Gli ospedali offrono una vasta gamma di servizi di assistenza sanitaria e alcuni di ospedali privati sono considerati centri di eccellenza a livello mondiale.[165] Secondo le stime delle Nazioni Unite, Hong Kong vanta la più lunga aspettativa di vita rispetto a qualsiasi altro paese o territorio nel mondo. [189] A partire dal 2012, le donne di Hong Kong rappresentano il gruppo demografico con la vita più lunga del mondo intero.[166]

 

Cultura

Un gruppo di tifosi inglesi ai Rugby Sevens di Hong Kong. Il lato sud dello stadio è noto per l’entusiasmo dei suoi tifosi.

Luci di Kowloon: Mong Kok, Sai Yeung Choi Street South, all’incrocio con Nelson Street. (2011)

Hong Kong è stata spesso descritta come un luogo dove “l’Oriente incontra l’Occidente”, ciò riflette il mix della cultura delle radici cinesi del territorio con le influenze del periodo passato come colonia britannica.[170] Hong Kong equilibra un modo di vita modernizzata con le pratiche tradizionali cinesi. Concetti come feng shui sono prese molto sul serio e vengono adottati nei progetti di costruzione costosi, spesso avvalendosi di consulenti esperti, e sono spesso ritenuti capaci di creare o distruggere un affare.[171] Altri oggetti come gli specchi Bagua sono ancora regolarmente utilizzati per allontanare gli spiriti maligni,[172] e gli edifici spesso sono privi del numero del piano che ha un 4 in esso,[173] a causa della sua somiglianza con la parola “morte” in cantonese.[174] La fusione tra oriente e occidente caratterizza anche la cucina di Hong Kong, dove dim sum, hot pot e fast food convivono con l’alta cucina.[175]

Hong Kong è un centro globale riconosciuto del commercio e perciò è diventato anche un “centro di intrattenimento”.[176] I suoi film incentrati sulle arti marziali hanno ottenuto un elevato livello di popolarità tra gli anni 1960 e 1970. Diversi artisti provenienti da Hong Kong hanno avuto successo a Hollywood, in particolare Bruce Lee, Jackie Chan, Chow Yun-Fat, Michelle Yeoh, Maggie Cheung e Jet Li. Un certo numero di cineasti di Hong Kong hanno ottenuto una grande fama a Hollywood, come John Woo, Wong Kar-wai e Stephen Chow.[176] Film homegrown come Hong Kong Express, Infernal Affairs, Shaolin Soccer, Terremoto nel Bronx, In the Mood for Love e Echoes of the Rainbow hanno ottenuto riconoscimento internazionale. Hong Kong è il centro per la musica Cantopop, che trae la sua influenza da altre forme di musica cinese e generi occidentali e vanta dei gruppi di fan multinazionali.[177]

 

Una statua di Bruce Lee sulla Avenue of Stars, un tributo della città alle arti marziali.

.[184]

 

Note

  1. ^ (EN) Hong Kong 2006 – Constitution and Administration, yearbook.gov.hk. URL consultato il 13 luglio 2012.
  2. ^ De facto la lingua ufficiale di Hong Kong è il cantonese, una lingua cinese proveniente dalla provincia di Guangdong.
  3. ^ Dati dal Fondo Monetario Internazionale, ottobre 2013
  4. ^ Tasso di fertilità nel 2011, data.worldbank.org. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  5. ^ a b Geography and Climate, Hong Kong (PDF), Census and Statistics Department, Hong Kong Government. URL consultato il 10 gennaio 2007.
  6. ^ Russell Ash, The Top 10 of Everything 2007, Hamlyn, 2006, p. 78, ISBN 0-600-61532-4.
  7. ^ a b c Population by Ethnicity, 2001 and 2006, Census and Statistics Department, Hong Kong Government. URL consultato il 4 ottobre 2010.
  8. ^ a b Fan Shuh Ching, The Population of Hong Kong (PDF), World Population Year, Committee for International Coordination of National Research in Demography, 1974, pp. 18–20. URL consultato il 25 agosto 2010.
  9. ^ Joint Declaration of the Government of the United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland and the Government of the People’s Republic of China on the Question of Hong Kong, Constitutional and Mainland Affairs Bureau, Hong Kong Government, 19 dicembre 1984. URL consultato il 4 ottobre 2010.
    «The Government of the People’s Republic of China declares that to recover the Hong Kong area (including Hong Kong Island, Kowloon and the New Territories, hereinafter referred to as Hong Kong) is the common aspiration of the entire Chinese people, and that it has decided to resume the exercise of sovereignty over Hong Kong with effect from 1 July 1997.».
  10. ^ On This Day: 1997: Hong Kong handed over to Chinese control, BBC News, 1º luglio 1997. URL consultato il 9 settembre 2008.
  11. ^ The World’s Most Competitive Financial Centers, CNBC. URL consultato il 30 ottobre 2009.
  12. ^ Programme Highlights, su Hong Kong Government. URL consultato il 20 ottobre 2010.
  13. ^ Dudley L. So, Nan Lin e Poston, The Chinese Triangle of Mainland China, Taiwan and Hong Kong, Greenwood Publishing, 2001, pp. 13–29, ISBN 0-313-30869-1.
  14. ^ a b c d e Basic Law, Chapter IV, Section 4, Basic Law Promotion Steering Committee. URL consultato il 10 novembre 2009.
  15. ^ Peter H. Russell e David M. O’Brien, Judicial Independence in the Age of Democracy: Critical Perspectives from around the World, University of Virginia Press, 2001, p. 306, ISBN 978-0-8139-2016-0.
  16. ^ a b Basic Law, Chapter II, Basic Law Promotion Steering Committee. URL consultato il 10 novembre 2009.
  17. ^ Yash P. Ghai, Autonomy and Ethnicity: Negotiating Competing Claims in Multi-ethnic States, Cambridge University Press, 2000, pp. 92–97, ISBN 978-0-521-78642-3.
  18. ^ Decision of the National People’s Congress on the Method for the Formation of the First Government and the First Legislative Council of the Hong Kong Special Administrative Region, basiclaw.gov.hk. URL consultato il 21 febbraio 2012.
  19. ^ a b Basic Law, Chapter IV, Section 1, Basic Law Promotion Steering Committee. URL consultato il 10 novembre 2009.
  20. ^ Amendment to Annex I to the Basic Law of the Hong Kong Special Administrative Region of the People’s Republic of China Concerning the Method for the Selection of the Chief Executive of the Hong Kong Special Administrative Region (PDF), basiclaw.gov.hk.
  21. ^ S. G. Rioni, Hong Kong in Focus: Political and Economic Issues, Nova Publishers, 2002, pp. 9–10, ISBN 978-1-59033-237-5.
  22. ^ Triennial Central Bank Survey: Report on global foreign exchange market activity in 2010 (PDF), Monetary and Economic Department, Bank for International Settlements, dicembre 2010, p. 12. URL consultato il 15 ottobre 2011.
  23. ^ Hong Kong, International Monetary Fund. URL consultato il 18 aprile 2012.
  24. ^ a b (EN) Vertical Cities: Hong Kong/New York., su Time Out, 3 agosto 2008. URL consultato il 25 agosto 2010 (archiviato dall’url originale il 16 febbraio 2011).
  25. ^ a b Home page, Skyscraper Museum, 14 luglio 2008. URL consultato il 25 agosto 2010.
  26. ^ a b Public Transport Introduction, Transport Department, Hong Kong Government. URL consultato il 13 luglio 2008 (archiviato dall’url originale il 7 luglio 2008).
  27. ^ a b William H. K. Lam e Michael G. H. Bell, Advanced Modeling for Transit Operations and Service Planning, Emerald Group Publishing, 2003, p. 231, ISBN 978-0-08-044206-8.
  28. ^ World Competitiveness Yearbook 2006 (PDF), Imd.ch. URL consultato il 17 aprile 2011 (archiviato dall’url originale il 7 marzo 2007).
  29. ^ Global Competitiveness Report – Growth Competitiveness Index Ranking (PDF), weforum.org. URL consultato il 17 aprile 2011.
  30. ^ Business Competitiveness Index – BCI (PDF), weforum.org. URL consultato il 17 aprile 2011.
  31. ^ Corruption Perceptions Index, Transparency.org. URL consultato il 17 aprile 2011.
  32. ^ World’s Best Airports, Worldairportawards.com. URL consultato il 17 aprile 2011.
  33. ^ Index of Economic Freedom, Heritage Foundation. URL consultato il 1º settembre 2011.
  34. ^ (EN) Global Financial Centre Index (PDF), City of London, marzo 2007. URL consultato il 25 aprile 2015 (archiviato dall’url originale il 23 febbraio 2009).
  35. ^ WHO: Japan report finds Hong Kong women have overtaken Japanese as longest living, in Haaretz, luglio 2012. URL consultato il 26 luglio 2012.
  36. ^ a b Adrian Room, Placenames of the World, 2005, p. 168, ISBN 0-7864-2248-3. URL consultato il 1º settembre 2011.
  37. ^ Kevin Bishop e Annabel Roberts, China’s Imperial Way, China Books and Periodicals, 1997, p. 218, ISBN 962-217-511-2. URL consultato il 1º settembre 2011.
  38. ^ John King Fairbank, Trade and Diplomacy on the China Coast: The Opening of the Treaty Ports, 1842–1854, 2nd, Harvard University Press, 1953, pp. 123–128, ISBN 978-0-8047-0648-3.
  39. ^ The Trial Excavation at the Archaeological Site of Wong Tei Tung, Sham Chung, Hong Kong SAR, Hong Kong Archaeological Society, gennaio 2006. URL consultato il 21 agosto 2010.
  40. ^ (ZH) 港現舊石器制造場 嶺南或為我發源地 [Paleolithic site appears in Hong Kong, Lingnan perhaps discovered our birthplace], in People’s Daily, 17 febbraio 2006. URL consultato il 21 agosto 2010.
  41. ^ (ZH) Chung Tang, 考古與香港尋根 [Archaeologist help find Hong Kong’s Roots] (PDF), in New Asia Monthly, vol. 32, nº 6, New Asia College, 2005, pp. 6–8. URL consultato il 21 agosto 2010.
  42. ^ (ZH) Hui Li, 百越遗传结构的一元二分迹象 [The genetic structure of Baiyue divide in half] (PDF), in Guangxi Ethnic Group Research, vol. 70, nº 4, 2002, pp. 26–31. URL consultato il 21 agosto 2010.
  43. ^ 2005 Field Archaeology on Sham Chung Site, Hong Kong Archaeological Society, gennaio 2006. URL consultato il 21 agosto 2010.
  44. ^ Declared Monuments in Hong Kong – New Territories, Leisure and Cultural Services Department, Hong Kong Government, 13 gennaio 2010. URL consultato il 21 agosto 2010.
  45. ^ Characteristic Culture, Invest Nanhai. URL consultato il 26 agosto 2010. [collegamento interrotto]
  46. ^ (ZH) Ban Biao, Ban Gu e Ban Zhao, 地理志 [Treatise on geography], in Book of Han, Volume 28. URL consultato il 26 agosto 2010.
  47. ^ (ZH) Quanmin Peng, 从考古材料看汉代深港社会 [Archaeological material from the Shenzhen-Hong Kong Society of Han], Relics From South, 2001. URL consultato il 26 agosto 2010.
  48. ^ Gin Ooi Keat, Southeast Asia: A Historical Encyclopedia, ABC-CLIO, 2004, p. 932, ISBN 1-57607-770-5. URL consultato il 1º settembre 2011.
  49. ^ Archaeological Background, Hong Kong Yearbook, vol. 21, Hong Kong Government, 2005. URL consultato il 27 agosto 2010.
  50. ^ (ZH) Siu Kwok-kin, 唐代及五代時期屯門在軍事及中外交通上的重要性 [The importance of Tuen Mun during Tang and Five Dynasties period for foreign traffic and military] (DOC), in From Sui to Ming, Education Bureau, Hong Kong Government, pp. 40–45. URL consultato il 29 agosto 2010.
  51. ^ Anthony Sweeting, Education in Hong Kong, Pre-1841 to 1941: Fact and Opinion, Hong Kong University Press, 1990, p. 93, ISBN 962-209-258-6.
  52. ^ a b Nicola Barber, Hong Kong, Gareth Stevens, 2004, p. 48, ISBN 978-0-8368-5198-4.
  53. ^ Jonathan Porter, Macau, the Imaginary City: Culture and Society, 1557 to the Present, Westview Press, 1996, p. 63, ISBN 978-0-8133-2836-2.
  54. ^ Richard L. Edmonds, China and Europe Since 1978: A European Perspective, Cambridge University Press, 2002, p. 1, ISBN 978-0-521-52403-2.
  55. ^ James Hayes, The Hong Kong Region: Its Place in Traditional Chinese Historiography and Principal Events Since the Establishment of Hsin-an County in 1573 (PDF), Journal of the Royal Asiatic Society Hong Kong Branch, vol. 14, 1974, pp. 108–135. URL consultato il 25 aprile 2015.
  56. ^ Hong Kong Museum of History: “The Hong Kong Story” Exhibition Materials (PDF), Hong Kong Museum of History. URL consultato il 30 agosto 2010.
  57. ^ a b Discovery Channel guide, Insight Guide Hong Kong, American Psychological Association Publications [1980], 2005, p. 18, ISBN 981-258-246-0.
  58. ^ Caroline Courtauld, May Holdsworth e Simon Vickers, The Hong Kong Story, Oxford University Press, 1997, pp. 38–58, ISBN 978-0-19-590353-9.
  59. ^ Susanna Hoe e Derek Roebuck, The Taking of Hong Kong: Charles and Clara Elliot in China Waters, Routledge, 1999, p. 203, ISBN 978-0-7007-1145-1.
  60. ^ Linda Pomerantz-Zhang (1992). “Wu Tingfang (1842–1922): reform and modernization in modern Chinese history“. Hong Kong University Press. p.8. ISBN 962-209-287-X
  61. ^ Joseph Patrick Byrne, Encyclopedia of Pestilence, Pandemics, and Plagues: A-M, ABC-CLIO, 2008, p. 499, ISBN 0-313-34102-8.
  62. ^ a b c d e f g Trea Wiltshire, Old Hong Kong, Volume II: 1901–1945, 5th, FormAsia Books, 1997, p. 148, ISBN 962-7283-13-4.
  63. ^ History of Hong Kong, in Global Times, 6 luglio 2010. URL co